venerdì 2 settembre 2011

Partenza in salita

Il primo settembre alle 9.30, dopo la presa di servizio, Collegio dei Docenti.
Le novità di quest'anno non fanno presagire nulla di buono, e non parlo dei tagli, della Maristàr, del nano incazzato o del ragioniere che non sa più che pesci pigliare per raccattare la grana. No, parliamo della Scuola del Paesello, che è in mano a reggenti vari da svariati anni e che quest'anno, ancora una volta, si è vista arrivare un nuovo Dirigente Scolastico, sempre reggente, che in totale dovrà dirigere millanta sedi distaccate di due Istituti diversi e ad un congruo numero di chilometri di distanza.
Attenzione, non mi fa pena il Dirigente, perchè in fondo penso che ci sguazzi in questo gioco delle reggenze, sono qualche centinaio di euri in più ogni mese senza praticamente dover fare alcunchè, o quasi*. Opinione avvalorata dal fatto che si tratta quasi sempre di persone a cui mancano pochi anni per andare in pensione e quindi hanno un vantaggio ad aumentare il loro ultimo stipendio.
Mi fa pena invece la Scuola del Paesello, che sarà lasciata allo sbaraglio e in balìa dei docenti con le personalità più forti e prevaricatrici, che purtroppo raramente corrispondono ai migliori. L'altro lato della medaglia è che il docente fancazzista trova in questa anarchia legalizzata, un habitat ideale, perchè... chi cazzo controlla? Se si è fortunati il Capo arriva una volta la settimana e si occupa solo dei conti (è incredibile la quantità di tempo che si spreca nei conti quando il bilancio è inesistente) e delle grane.

Beh, a giudicare da quello che ho visto durante il primo collegio docenti, si preannuncia un anno che non mi piace affatto. Spero di sbagliarmi, ma le facce ringalluzzite di alcuni colleghi mi fanno temere il peggio. La speranza è che il nuovo dirigente sia abbastanza sveglio ed accorto, e soprattutto che gliene importi qualcosa e imposti una seria gestione delle risorse umane. O per lo meno che una gestione delle risorse umane ci sia.


*Chiaramante non mi riferisco a tutti i Dirigenti, ci sono quelli che svolgono il loro lavoro con competenza, sono organizzati e hanno tutto sotto controllo.

1 commento:

  1. Murasakishikibu4 settembre 2011 21:55

    Bej, sperare non costa nulla - a volte le cose hanno un modo tutto loro di sistemarsi. E in certi casi la gestione delle ricosrse umanea scuola è così disastrosa che uno a volte rimpiange che ci sia.
    Incrocia le dita e stai a vedere, e nel frattempo datti un'appuntatina ai canini, che fa sempre comodo ^__^

    RispondiElimina