mercoledì 3 aprile 2013

Calvin pensa

Sempre la mattina presto, perché il mattino ha l'oro in bocca, Calvin espone le sue teorie, fa le sue domande e rivela le sue scoperte.
Questa mattina ha elaborato la teoria dell'orologio.

Ti sei mai accorta che la lancetta dei minuti, che quando è sull'uno vuol dire cinque...il cinque è la metà della tabellina dell'uno?
...
E il 7, che vuol dire trentacinque, è la metà della tabellina del sette.
...
Non hai capito niente, vero? - fa comprensivo -

Fammi un altro esempio - dico io

Per esempio il sei, che vuol dire trenta, trenta è la metà di sessanta, che è la tabellina del sei.

Mi sa che ha ragione. 

5 commenti:

  1. Ho letto che Pascal, da bambino, con un sistema di sassolini e legnetti si rinventò la geometria fino a non so quale teorema di Euclide...

    RispondiElimina
  2. Gauss imparò l'aritmetica guardando il padre che alla sera dopo cena terneva i libri mastri della bottega dove lavorava. A tre anni si accorse di un errore di calcolo e fermò il genitore lasciandolo basito.
    Quando si nasce geni, c'è poco da fare, la tua strada si fa strada comunque nella tua vita.

    Anonimo SQ

    RispondiElimina
  3. Sono abbastanza basita anch'io. Sarà banale, ma spero che sia felice, genio o meno.

    Ma chissà da chi ha preso...non da me, sono ancora qui a cercare di diventare insegnante :-(

    RispondiElimina
  4. E' un buon osservatore :-) Bello.

    RispondiElimina
  5. un piccolo genio matematico! Anche io ci ho messo un attimo per capire la sua teoria... ;D

    RispondiElimina